HomeCos'è HERITYLa CertificazioneALBO NazionaleAgendaPartner








































 

 


Il complesso di
“Casa Pilloni” e S. Anastasia, situato in pieno centro del paese non lontano dal museo archeologico, comprende tre punti focali. La “Casa Pilloni”, che si affaccia su una corte dal cui portone si accede al complesso, e che funziona da centro di accoglienza con informazioni generali sul luogo, sull’area e sulla regione, e include uno spazio dove vengono continuamente effettuate mostre temporanee di artisti viventi. Un’area archeologica alla quale si accede con una scala dalla corte antistante la casa, incentrata intorno ad un tempio a pozzo nuragico nel quale ancora oggi affiora acqua sorgiva. La chiesetta di S. Anastasia, che insiste sui resti archeologici. Il tutto si sviluppa su circa 2.000 mq. L’area in questione, costituisce, anche esaminando le testimonianze storiche, un punto nodale al centro del nucleo originario di Sardara, del quale sono raccontate o parzialmente indagate emergenze (attualmente non visibili) anche nelle parti circostanti il complesso visitabile, che vanno dalla protostoria all’epoca, probabilmente, paleocristiana. La “Casa Pilloni”, acquisita nel 2003 dal Comune di Sardara e che parrebbe risalire almeno al 1600, è una grande casa campidanese, oggi riadattata, e ospitava, al momento della visita, una mostra d’arte nello spazio al secondo piano normalmente adibito a questo uso.
 

Il bersaglio HERITY affisso all'ingresso dell'area archeologica

 

 




 Comune di Sardara - l'Acqua Medica

 
Pagina del luogo (Cooperativa "Villa Abbas")

 
Pagina del luogo (Regione Sardegna)


 


 

<-  Pagina precedente

©DRI

Top